Gli amanti si o no ?

La presenza degli amanti, donne o uomini, sembra molto aumentata e interagente in molte coppie negli ultimi vent’anni. A cosa si deve questa situazione di aumento notevole, in questo senso relativamente nuova per il nostro Paese, sebbene sia noto che la figura dell’amante sia storicamente sempre esistita.

Incoraggiare una donna a iniziare una relazione con un uomo sposato, magari con figli, non sarebbe un buon consiglio. Quell’uomo e donna si troverebbero sempre in una situazione di figura di secondo piano e chi mantiene la relazione con marito o moglie, si troverebbe in conflitto d’identità nel non poter scegliere l’uno o l’altra. Perché assistiamo a un tale aumento triangolare nella coppia? In somma, entrambi i partner della coppia clandestina si troverebbero a dover affrontare notevoli difficoltà, momenti felici alternati a sofferenze, confusioni, pentimenti, invidie, gelosie.

Perché sembra che ultimamente le separazioni e i divorzi siano leggermente diminuiti, pur continuando a essere agiti in gran numero nel nostro Paese?

Meglio osservare che le giovani coppie, se non funzionano secondo quanto s’aspettavano l’un dall’altro, sono più pronti a rompere il matrimonio: uno dei motivi consiste nel fatto che l’accordo sulla divisione dei beni risulta semplice e facilmente raggiungibile. Il secondo motivo riguarda le aspettative di entrambi sul proprio futuro affettivamente promettente. Morto un papa se ne fa un altro. E’stata un’esperienza, dolorosa, ma non tutto il male viene per nuocere

In altri casi, una crisi matrimoniale fa pensare che la coppia stia per saltare, ma gli eventi non portano sempre a questo! L’uomo subito in molti casi, si spaventa e si mette subito alla ricerca di una nuova compagna, perché ha paura di star solo più della sua stessa moglie che sarebbe disposta a proseguire il matrimonio, oppure a separarsi senza troppi rimpianti: di solito l’uomo non seleziona troppo la nuova compagna, purché lei sia pronta a sostituire la perdita della consorte. Si crea così un amante che s’integra nella vita della coppia clandestinamente.

Questa supposta giovane donna non, magari perché non è pronta a una vita di coppia perché non è pronta ad avere troppe responsabilità figli, ecc si adatta alla situazione di avere poco e di mantenere la propria libertà

Poi succede che l’uomo coccolato da due donne moglie e amante non rompe il matrimonio che si mantiene, magari con molti compromessi. I coniugi stringono i denti e resistono per ancora un po’ di tempo.

Alcune donne, stanche di menzogne e d’inaffidabilità dell’uomo sentono di desiderare un’alternativa più convincente. Tuttavia specialmente se ci sono figli di mezzo, ci riflettono per un poco.

Quando la coppia è avanti con gli anni in particolare e i figli sono piccoli o adolescenti, piuttosto che rompere il matrimonio che comporterebbe un’infinità di problemi, si separono nella stessa casa.

Si trova un accordo senza tante spese. I figli soffrono, pensando che i genitori non si amano più, ma tuttavia sono contenti che restino nella stesa casa. Entrambi i coniugi si procurano un amante e sembrano tutti sufficientemente soddisfatti.

La donna-moglie-mamma spesso continua a mantenere il proprio ruolo e l’amante del marito non la manda troppo in crisi e anche lei del resto si consola con il proprio.

 

Se sono convinte dell’uomo che amano e del marito, verso il quale, da tempo, sopportano sentimenti di rabbia, di disistima, o d’indifferenza, si fermano di fronte all’azione di separazione alla quale si appresterebbero con tanta fatica.

Ci sono poi donne che si accompagnano a uomini sposati che si sentono sostenuti e piacevolmente intrattenuti da donne disposte a essere amanti tutta la vita con quell’uomo, se quell’uomo le accetta.

E’ probabile che in molti casi, la coppia matrimoniale dell’uomo si mantenga, forse anche la moglie potrebbe nascondere un amante. In questo modo si creare una vita scissa che però mantiene un certo equilibrio. L’ipocrisia che è implicita in tale situazione. Non mi sento ovviamente di biasimare nessuno.

L’amante spesso può risollevare l’umore di una donna afflitta, svalorizzata e restituirle un po’ di autostima. Lo stesso potrebbe valere per l’uomo. Bisogna vedere caso per caso. Di solito con l’amante si va incontro a delusioni, ma in qualche caso si può comprenderne il senso positivo. Entrando nello specifico di una storia le amiche spesso dichiarano di vedere in forma quella donna che sembra si sia salvata dalla depressione avendo una storia con quell’amante.

 

Roberto Pani
Specialista e professore di Psicologia Clinica e Psicopatologia
Alma Mater Sudiorum Università di Bologna,
Psicoterapeuta e Psicoanalista

2 thoughts on “Gli amanti si o no ?

  1. Penso che ci siano nel preservare da un lato la relazione di coppia e allo stesso tempo con un amante aspetti di sè coi quali non ci si confronta e li si scinde nell’illusione di una “fuga”…da se stessi?

    Forse però il dolore delle incomprensioni, apparentemente lenito, si amplifica per ognuna delle persone coinvolte ma non protagoniste e forse riposto nei figli?

    Raffaella

    • @ Raffaella su Gli amanti si o no ?

      Parlo naturalmente di famiglie in cattive condizioni che scelgono un grave compromesso ma che tuttavia sappiamo esistere non certo essendo personalmente d’accordo, ma viene considerat come se fosse una soluzione …

      roberto.pani

Rispondi