Quando le donne attraenti corrono un pericolo per se stesse?

Alcune giovani donne hanno un’idea molto precisa del loro aspetto, e di questa consapevolezza fanno uso proprio nell’impatto con la gente.

A volte alcune donne sanno di non essere molto desiderate, a volte si sottovalutano esteticamente, a volte invece si sentono quasi delle dive.

Coloro che sanno di essere belle e di attrarre gli uomini spesso sono abbastanza sicure di non incorrere in pericoli da parte loro.

Alcune sbagliano!

Se l’uomo con cui si ha una relazione è un partner ossessivo e possessivo, la donna deve porre attenzione a eventuali scenate di gelosia immotivate.

Non si può fare affidamento sulla razionalità di un uomo, anche se di prestigio e socialmente e professionalmente stimabile, perché la gelosia tocca corde emotive che non sono facilmente controllabili.

Ogni occasione diventa buona per fare scattare l’ira vendicativa e senza ritegno.

Spesso sono le donne belle, che non sono sempre consapevoli del loro potere attrattivo, che inciampano in una morsa stretta.

A loro non è stata data conferma, anche se è esplicita durante il corso degli anni la conoscenza di piacere a molti uomini, e non sono in grado di entrare nella psicologia di un uomo veramente possessivo e soffocante.

Molte donne innamorate del proprio consorte diventano facilmente vittime di lui per paura di perderlo e non fanno più tanto caso alle scenate di gelosia.

Le reazioni al senso di insicurezza dell’uomo, spesso alimentato da una compagna che ha un carattere indipendente, provocano nella coppia distruttività tanto forte quanto inutile.

Un amore possessivo, che non è mai un amore sano.

Sarebbe molto utile che l’uomo diventi consapevole che la sua possessività può essere o diventare un disturbo di personalità.

Perché non consultarsi con un professionista?

Di fronte a una donna indipendente, ma fortemente convinta di essere nel giusto sfidando l’uomo geloso, può sorgere una tragedia.

Perciò se la donna ha sana considerazione per se stessa e verso l’altra persona che crede di amare è inoltre bene che non sopporti trascurando la gelosia dell’uomo temendo di perderlo o comunque sottovalutando il suo comportamento.

L’atteggiamento femminile indispettito e isolato può solo irritare e provocare danno.

L’uomo geloso può essere patologicamente appassionato di possesso.

E’ bene ricordare che le persone non sono mai possesso di alcuna altra persona!

L’uomo che controlla il telefono o i social network della donna, le amiche con le quali la donna si diverte, detesta gli amici e amiche della sua compagna come se fossero dei rivali, anche se sono colleghe o colleghi di lavoro, è un uomo sospetto e candidato al pericolo della donna.

Non si tratta di amore, ma di egocentrico bisogno di potere e di possesso.

Si ama se si è amati con il consenso del partner amato, altrimenti l’altro, in tal caso la donna attraente, non sarebbe che un puro oggetto di possesso dell’uomo ammalato di gelosia.

Ci sono a volte, e in effetti, altri uomini che sono interessati a lei donna, considerata molto bella e attraente.

Lei, seppur unita all’uomo possessivo e di conseguenza geloso, ha il diritto di accettare i corteggiamenti.

Ciò non autorizza mai comportamenti aggressivi dettati dalla gelosia del partner.

Dovrà essere la donna a rifiutare o meno tali corteggiamenti: è una sua prerogativa di libertà.

Se la donna molto attraente non lo farà, cioè inizierà a lasciarsi affascinare a sua volta, purtroppo sarà una delusione per l’uomo geloso anche forte. Ma, con dolore, andrà ad accettare la realtà!

Cosa si dovrebbe fare?

Prendere altri provvedimenti! Significa che non si è fatti l’uno per l’altro. Meglio essersene accorti ancora in tempo!

Ma mai in lui dovrà scattare la possessività sotto forma di vendetta o di atti persecutori, tipo diventare stalker e seguire la nuova coppia ovunque si ritrovino o vadano.

Sappiamo che ogni giorno in Italia avvengono femminicidi per vendetta in risposta vendicativa alla consapevolezza di una possibile perdita del partner.

L’uomo come la donna debbono ricordarsi che non si possiede alcun essere umano.

Ciò può avvenire con gli animali domestici, anche se in modo rispettoso e relativo, e infine con gli oggetti materiali.

Ecco perché essere belli e desiderabili, oltre ad essere una fortuna perché apre molte strade nella vita sociale, può essere un pericolo da non trascurare.

Roberto Pani
Specialista e professore di Psicologia Clinica e Psicopatologia
Alma Mater Sudiorum Università di Bologna,
Psicoterapeuta e Psicoanalista
__________________________________________

E tu come la pensi? Scrivimi un commento o una domanda sull'articolo...

Rispondi