Osmidrosi, cattivo odore: un elemento del corpo importante

Molto spesso coppie di fidanzati e amici e altre persone lamentano di avvertire un certo disagio stando vicino a certe persone perché emanano un cattivo odore.

Il discorso è tanto delicato quanto sgradevole.

Al contrario specialmente le donne dichiarano di essere attratte sessualmente da un uomo perché sono attratte dal buon odore che egli emana e che stimola desideri sessuali.

Dicono in genere che la pelle tramette chimicamente un feromone che corrisponde a quello che loro desiderano e che forse assomiglia alla loro stesso chimica.

E’ quasi sempre vero.

Penso che spesso ciò che è gradito rievochi antichi odori familiari che rammenti a livello sensoriale quando la bambina o il bambino più o meno all’età veniva portata nel letto dei genitori in mezzo a loro per essere coccolati.

Tali coccole facevano sentire protetta o protetto.

Da adulti le cose cambiano.

Bisogna ricordare che esiste a livello endocrino l’osmidrosi.

L’osmidrosi è un odore sgradevole di perspirazione, che di solito si manifesta per via di norma igieniche poco osservate.

Alcuni pazienti del passato remoto mi ricordano di aver trascorso fasi o momenti di seria depressione durante la quale si lavavano poco.

La loro igiene era scarsamente osservata perché non si curavano di Sé e si lasciavano andare come se il loro corpo, o meglio il loro Sé fosse poco importante e come se dovessero punirlo, proprio nel non curarlo lavandolo.

Spesso malattie come il diabete, disturbi del sistema urinario o cattivo funzionamento dell’apparato gastroenterico e intestinale.

Naturalmente si deve fare per correttezza riferimento all’esistenza in medicina di strumento diagnostico che si usa in rari casi quando le cause descritte precedentemente sono state escluse.

Si tratta di un naso elettronica che aspira le particelle maleodoranti per diagnosticare vari tipi di malattie anche severe dell’organismo.

In dermatologia esistono varie forme di osmidrosi, quelle ascellari se un odore sgradevole la sudorazione è secreta dalle ghiandole apocrine delle ascelle, oppure quando l’iperidrosi è plantare oppure quando la sudorazione riguarda certe pieghe cutanee in persone obese

Se vi è un blocco causata dai reni, l’acido urico e l’urea vengono secreti dal sudore che naturalmente è pieno di batteri con conseguenze per odore.

L’interruzione delle mestruazioni possono contribuire al cattivo odore corporeo.

Aglio, cipolla che piacciono nelle varie cucine ma anche cibi a base di zolfo sappiamo tutti che potrebbero non essere ben metabolizzati dal nostro corpo e tenere le persone lontane da noi.

Bisogna citare anche i vari odori delle razze: per esempio l’odore dei Neri, quelli che si lavano tutti i giorni, potrebbe essere un odore grassoso, acre, di rancido, che può essere sgradito a molta gente europea. Anche l’odore dei Melanesiani, dei Polinesiani, dei Cinesi e altri anche perché le loro ghiandole ascellari sono piuttosto grandi mentre quelle dei Giapponesi sono assai piccole e sembra che il loro odore del corpo sia quasi inesistente.

Bisogna aggiungere che avviene anche il contrario da parte di molte razze tra loro e verso quella caucasica europea.

Per molti neri e altri la razza europea non sarebbe in genere sempre gradita.

Sappiamo che un tempo nell’era neolitica, gli odori erano la prima fonte di riconoscimento tra gli esseri viventi, compreso l’uomo sapiens, anche dopo gli ominidi.

La vista era un organo importante, ma l’olfatto ancora di più perché faceva percepire la presenza degli altri anche da lontano, quando non si vedevano perché nascosti.

La tolleranza degli odori delle varie persone e varie razze dovrebbe con il tempo essere tollerate perché in noi esiste un forte potenzialità di adattamento.

Certi odori insoliti potrebbero diventare attrattivi e ciò dipende dalla nostra sensibilità olfattiva e sia alla flessibilità biologica, sia  anche mentale

Purtroppo ci adattiamo anche agli odori dell’inquinamento atmosferico che nella pianura padana sembra essere tra i più forti del mondo: e questo è assai pericoloso certo molto di più che quelli umani.

L’iperidrosi che oggi si cura benissimo e anche l’osmidrosi è il primo obiettivo da considerarsi a livello degli esperti.

Penso al fatto che raramente so che ci sono persone che per una serie di componenti ormonali profumano anziché emanare cattivo odori.

Questa prerogativa è un esempio di fortuna biologica che offre molti vantaggi.

 

 

 

 

 

 

 

Roberto Pani
Specialista e professore di Psicologia Clinica e Psicopatologia
Alma Mater Sudiorum Università di Bologna,
Psicoterapeuta e Psicoanalista
__________________________________________

E tu come la pensi? Scrivimi un commento o una domanda sull'articolo...

Rispondi