La televisione italiana ottiene voti alti

I giornalisti politici sembrano molto preparati e i loro dibattiti sono dei veri e propri spettacoli per il pubblico interessato ai soggetti politici.

Una mia critica: assomigliano però a partite di calcio.

Perché i tecnicismi sono tanti e solo esperti riescono a capirli e a seguirli?

Sono in programmazione storie di eventi molto interessanti, sulla storia delle guerre, sulla storia della fame del mondo, sugli incidenti nel mondo inclusi quelli aerei, quelli sui cambiamenti climatici.

Riconosco l’interesse importanti per questi eventi, ma quanta gente si addormenta con fatica dopo aver visto certi cruenti programmi?

Quanti incubi compaiono di notte agli adulti durante il sonno?

Quanti ripensamenti del passato tragico della storia vita?

Sono dell’idea che la conoscenza risvegli le coscienze e che pertanto sia tanto utile quanto maturativa.

Ciononostante molta gente dice di cambiare canale perché non sopporta questi programmi evocanti l’angoscia dei disastri della storia.

Personalmente come ho detto sono a favore di portare alla coscienza la nostra storia di qualunque argomento si tratti e mi compiaccio della bravura di molti giornalisti per essere in grado di fare ricostruzioni magistrali da un punto di vista tecnico.

Che dire di certi spettatori che senza accorgersene seguono per curiosità e magari interesse, ma rimangono turbati?

Cambiare canale sembrerebbe l’unica soluzione.

Ma quanto la gente assorbe messaggi che scioccano le loro aspettative e ingenuità?

Chi vorrebbe vedere programmi di varietà e ricchi di consumata e banale spensieratezza?

Bisogna dire che la televisione in generale e nel suo insieme appaga molti desideri, accontenta tutti i bisogni e desideri.
Penso che i giovani si sentano ingannati… pensano che si raccontino un sacco di bugie ed è per questo che i giovani sono così critici e svalorizzativi ed evitano in molti di non seguire la TV?

Prevalgono i social che sembrano trasmettano molte verità!

La credibilità dei politici? Le notizie sembrano gonfiate?

Roberto Pani
Specialista e professore di Psicologia Clinica e Psicopatologia
Alma Mater Sudiorum Università di Bologna,
Psicoterapeuta e Psicoanalista
__________________________________________

E tu come la pensi? Scrivimi un commento o una domanda sull'articolo...

Rispondi